Chi Sono

Quello che faccio
logo guide

Sono nato nel 1986 a Rovigo, nel cuore della pianura Padana. A dispetto delle mie origini ho avuto la fortuna di avere dei genitori appassionati di montagna, con loro ho iniziato il mio percorso frequentando le Dolomiti. Non c’è una data precisa in cui ho iniziato ad andare in montagna so solo che, dai racconti dei miei genitori, è stato molto presto.

I ricordi più belli della mia infanzia sono legati alle Dolomiti, quando d’estate si facevano ferrate fino allo sfinimento e d’inverno si sciava in pista.

Alle scuole medie ho scoperto lo sci alpinismo, ovviamente grazie a mio padre, e alle scuole superiori l’arrampicata.

Da allora non ho più smesso di andare in montagna, scalando e sciando ovunque ci sia roccia e neve.

La montagna ha accompagnato tutta la mia vita, vivendo con me dai tempi esuberanti dell’adolescenza fino ad oggi. Mi ha insegnato a non barare e, anche attraverso le numerose sconfitte, ad essere umile prima di tutto con me stesso. Al tempo stesso è stata un' indispensabile maestra di vita che mi ha permesso di esplorare me stesso, i miei limiti e le mie paure più profonde.

Ad oggi ho scalato più di 300 vie di roccia lungo tutto l’arco alpino, sciato su tutti i più importanti massicci dolomitici e arrampicato in falesia fino al grado 8a+ lavorato e 7c a vista.

Il sogno di diventare Guida Alpina è con me da quando ero ragazzino, ma dopo il diploma scelsi di laurearmi in Ingegneria Informatica. Successivamente alla laurea, conseguita con lode, ho intrapreso la carriera di docente di informatica e parallelamente ho frequentato il corso per Aspiranti Guide Alpine.

Oggi, passata l’età dell’irruenza, vivo la montagna in modo sereno e spensierato aiutando le persone a realizzare i loro sogni, cercando di trasmettere i preziosi insegnamenti sin qui appresi.